TECHE: - libri

"Zazie nel metro'" - Raymond Queneau

a cura di Roberto Moretti

Contenuti

Cosa puo' succedere ad una ragazzina sveglia e intraprendente in una Parigi moderna e "metropolitana"? Tutto, soprattutto se e' lontana dal controllo della madre ed affidata per qualche ora ad un amico "di famiglia". E dove arrivera' la scoperta del mondo da parte di Zazie e' sintetizzato dalle sue ultime parole, a chiusura di questo romanzo di Raymond Queneau, forse il suo capolavoro, certo il piu' conosciuto. Ma la storia e' sicuramente un'ottima scusa per Queneau di giocare, combattere a volte, con la letteratura, con la lingua, con tutti gli ingredienti che ci si aspetta in un romanzo "moderno" scritto nel 1959. Il testo scorre, fluido, in un continuo svilupparsi di dialoghi che tracciano i personaggi di questa favola moderna, ma e' a tratti sintetico come una sceneggiatura, a volte innovativo, con neologismi e modi di dire della lingua parlata che avranno sicuramente creato non poche difficolta' ai traduttori cosi' come ad un maestro come Louis Malle, che ne ha tratto un film quasi dimenticato.
Giochi di parole, imprecazioni, situazioni mai certe, sicure, continui sdoppiamenti, antitesi, tautologie... Una volta entrati nello stile di Queneau (uno solo, in questo libro...), riderete, vi stupirete e leggerete fino in fondo per scoprire se Zazie riuscira' ad esaudire il suo desiderio da quando e' arrivata a Parigi: andare in metro'!

 

Dati vari

L'edizione Einaudi Tascabili ( prima ed. 1960 - pagg. 146) , ben tradotta da Franco Fortini, contiene anche un bel saggio di Roland Barthes ed una testimonianza di Louis Malle.

 

(dicembre 2003)