OPERE: Spoon River Anthology revisited (by Jag)

Memorie dal Parco
Tredici

Giampi dallo Zozzone
[ Le memorie del Porco, 5]

Giampi dallo zozzonedi Stefano Caporali

E' degna del suo nome 'sta trattoria,
zozza dai piatti alla coltelleria.
sudicio il tavolo ed ogni avventore,
che ci faccio io, che sono un signore?

 

Ordino il primo e resto deluso,
non c'era l'olio ma un fiat multiuso.
A malavoglia lo prendo e l'inforco,
puntando al secondo: lo zampetto di porco.

 

Ma anche per quello ci vuole mestiere
e solo in sardegna lo fanno a dovere.
Paolo se ne esce: «Io lì l'ho mangiato»
see, gli rispondo:«chissà 'ndo sei stato!

 

da bravo turista che abbocca a tutto,
ti sei fatto ammollare un pezzo de strutto
»
E quante risate col mio compare
alla faccia di Paolo che s'è fatto fregare

 

lui non risponde a mi guarda un pò strano
riuscendo soltanto ad agitare la mano,
sembra far segno: "un momento, aspetta!"
che la bocca è impegnata con la zampetta.

 

e allora infierisco sul turista imbranato
che il porceddu sardo l'ha solo sognato,
alla fine lui ingoia, si volta, mi guarda:
«Scusami Giampi, ma mia madre è sarda»

 

L'ultimo avventore
[ Le memorie del Porco, 6]

L'ultimo avventoredi Giorgio Penco

 

Aggiungere io volli

ancor parecchio sale,

sebben non fosse male

lo stinco di maial;


brace d ’ulivo e sorgo

profumo di camini

nel mentre che i canini

dilanian l ’animal.


Purtroppo la pressione

mentre sto ancor mangiando

il cuor mi sta stroncando

per via del troppo sal


le sfere si fan cubi

svaniscon l’oggi e l’ieri,

si spengono i pensieri,

e mi trovo all’ospedal ...